Hugo e spaghetti fritti

Per chi è a Roma, ho scoperto Hugo da Porto Fluviale. Luogo a me caro per vicinanza e versatilità dell’offerta, cocktail compresi. Hugo non lo conoscevo, è altoatesino, profuma di sambuco e risulta molto dissetante. L’ho riproposto in una lezione di cucina in cui abbinavo cocktail e finger food da aperitivo e con Hugo mi piace la pasta. Nella lezione c’erano dei paccheri freddi, ripieni di ricotta e pesto, qui spaghetti impanati e fritti. La versione easy chic della classica frittata napoletana.

Per ogni Hugo, in un calice/tumbler versare:

3 dita di sciroppo di sambuco

7 dita di vino spumante secco

un paio di foglioline di menta

una fetta di lime (facoltativo)

ghiaccio

Mescolare bene e servire molto freddo.

Per 10 finger food di spaghetti fritti:

160 g di spaghetti

2 uova

10 cubetti di formaggio tipo scamorza/fontina

1 tazza di pangrattato

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

2 cucchiai di pecorino romano grattugiato

basilico fresco

sale e pepe

olio di arachidi per friggere

Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua bollente e salata, scolarli al dente e, con una forchetta ed un cucchiaio, avvolgere 10 piccole porzioni di pasta da lasciar raffreddare su un tagliere. Intanto, tritare velocemente il basilico ed unirlo alle uova sbattute con i formaggi, correggere di sale e pepe. In un pentolino scaldare l’olio per friggere. Sollevare con una paletta i finger food di pasta, farcirli internamente con il dadino di formaggio e passare il tutto prima nell’uovo e poi nel pangrattato. Friggere a 180 gradi fino a doratura. Scolare bene e servire caldo.

Nessun Commento

Scritto da Precisina in Antipasti, Buffet, Finger food, aperitivo

Ricette Simili

Rome food tips

Spaghetti di Gragnano al sugo di seppia

Ischia, la zingara… ed Il Bounty! :-)

Spaghetti aglio e olio



Ultime Ricette

  • Facebook

  • Seguimi su Twitter

    • Non é stato possibile connettersi a Twitter