Pasta e piselli 2.0

La ricetta:

mentre cuoce la pasta in abbondante acqua salata, a parte, in una padella, scaldate un filo d’olio extravergine d’oliva e soffriggetevi una cipolla novella affettata molto sottile. Salate con moderazione. Aggiungete una manciata di piselli freschi sgusciati, lasciate insaporire, salate sempre con moderazione e allungate con poca acqua calda per aiutare la cottura. I piselli dovranno risultare morbidi, ma non devono disfarsi. Prelevate un po’ dei piselli cotti ed inseriteli nel boccale di un minipimer. Frullateli aggiungendo qualche fogliolina di menta fresca, un filo d’olio extravergine d’oliva e poca acqua di cottura della pasta, quanto basta ad ottenere una cremina abbastanza fluida. Scolate la pasta al dente e saltatela velocemente in padella con il fondo di cipolla e piselli, mantecate con la cremina di piselli ottenuta con il minipimer e completate spargendo abbondante formaggio grattugiato, quello che preferite. Macinate del pepe nero direttamente sul piatto e servite immediatamente, nel caso, con qualche mandorla tostata, tritata grossolanamente.

La spesa:

ho utilizzato il formaggio di capra Benacquista, i piselli e le cipolle biologiche di Fabio Di Silvio, l’olio extravergine d’oliva Cavarossa di Cosmo Di Russo a Gaeta e le tagliatelle Gentile. Piatto griffato? Sicuramente. Accetto la griffe quando è espressione di un lavoro onesto, sostenibile, di una qualità semplice ed immediata, persino dal prezzo accessibile. Se vi riconoscete in queste parole, vi consiglio la mia pasta e piselli 2.0. Non sostituisce la minestra di paste e piselli di mia madre, ma ne è l’erede diretta, sospesa tra tradizione e innovazione… e il bello è proprio questo.

Nessun Commento

Scritto da Precisina in Legumi, Primi vegetariani, Verdure

Ricette Simili

Pasta e ricotta profumata

Pasta al pomodoro giallo

Orecchiette di grano arso con cozze e broccoletti

Quando la pasta è Gentile



Ultime Ricette

  • Facebook

  • Seguimi su Twitter

    • Non é stato possibile connettersi a Twitter