Home / Casa e Arredamento / La sicurezza in casa deve essere anche nelle connessioni
sicurezza in casa

La sicurezza in casa deve essere anche nelle connessioni

Il tema della sicurezza è, giustamente, sempre in primo piano. Del resto la casa è il luogo dove maggiormente avvengono infortuni; nei luoghi di lavoro le leggi sulla prevenzione degli infortuni sono rigide e osservate, almeno nella maggior parte dei casi ma nelle case i pericoli sono molteplici.  La sicurezza, quindi, è un argomento di notevole importanza nelle case e merita di essere adeguatamente trattato.

Quale sicurezza in casa?

Troppo spesso non si presta attenzione ai pavimenti bagnati che diventano come piste di ghiaccio sotto ai piedi, esponendo a cadute rovinose che possono anche essere causa di fratture, soprattutto nelle persone anziane ma anche nelle persone più giovani.

Non in tutte le case e non in tutti i casi le prese sono veramente adeguate, talvolta le prese alle pareti sono fissate male, si distaccano staccando una spina e soprattutto sono di una pericolosità estrema per i bambini che hanno una particolare capacità nel trovare i pericoli.

La distrazione, poi, fa sì che si tengano troppo spesso apparecchi elettrici nelle vicinanze dell’acqua, una combinazione estremamente pericolosa per il rischio di scossa elettrica.

Le cadute nelle vasche e nella doccia sono uno dei motivi che portano più frequentemente le persone al pronto soccorso, come anche le cadute provocate da scale malferme e logore che cedono sotto il peso della persona.

Rischi non solo fisici

Tutti questi rischi in casa cui ci siamo riferiti ma ce ne sono anche tantissimi altri, sono di tipo fisico, vanno a ledere gli organi, le ossa, la pelle ma ci sono altri rischi che sono meno visibili come conseguenza immediata ma non per questo meno pericolosi.

Ci riferiamo ai rischi per i bambini, i rischi di tipo digitale. Purtroppo i fatti di cronaca che sentiamo troppo spesso pongono ai genitori degli interrogativi e mettono in evidenza dei rischi che non vengono adeguatamente valutati.

Ormai tutti i bambini hanno in mano uno Smartphone o un Tablet o accedono a Internet attraverso il Computer. sempre più in maniera incontrollata.

Le insidie della rete sono notevoli e sottovalutate dai genitori. I rischi maggiori li corrono gli adolescenti che, aperti alla socializzazione in rete, rischiano di incontrare fisicamente persone che si rivelano essere tutt’altro che semplici amicizie online, lupi travestiti da pecorelle.

Quanti casi soprattutto di ragazzine adescate in Internet da persone che fingevano di essere coetanei o addirittura ragazze e poi, una volta incontrata la loro vittima si trasformano nelle peggiori bestie violentando, picchiando, uccidendo.

Nelle case vi sono, quindi, diversi strumenti che metti a disposizione dei tuoi figli che se usati male possono essere fonti di notevoli pericoli. Certamente non vuoi assolutamente che possa capitare nulla di male ai tuoi figli, quindi che cosa fare?

Il Parental Control

Da un’indagine del Telefono Azzurro svolta in collaborazione con Doxa Kids, risulta che il 73% dei ragazzi al di sotto dei 13 anni usa Whatsapp abitualmente, il 44% Facebook, il 35% Istagram  e altri Social a solo un bambino su due è consapevole dei rischi del Web.

Il 60% dei genitori si dice preoccupato per la possibilità che il proprio figlio/figlia possa incorrere in contenuti inadeguati o pericolosi nella navigazione su Internet. E’ una percentuale troppo bassa che denota una scarsa attenzione per il rischio digitale.

Oggi tutti i device che possono essere in casa sono predisposti per il Parental Control, un filtro che impedisce l’accesso a determinati contenuti, anche televisivi ma pochi genitori usano questo metodo di sicurezza per i propri figli.

Oggi il Parental Control consente di limitare il tempo di utilizzo, inibire l’accesso a certi siti, bloccare App, impedire l’uso della fotocamera, ottenere un Report settimanale sulla navigazione, sui siti visitati e sui tempi di utilizzo e altro ancora.

La tecnologia mette a disposizione dei genitori i mezzi per aumentare la sicurezza dei propri figli, in casa e fuori, basta utilizzarla.

About Annalisa Bertolli

Sono una mamma molto precisina in tutto. Ho creato questo blog per scrivere delle guide e dare delle informazioni precise ai lettori.

Check Also

scegliere il materazzo

Come scegliere il materasso giusto per te

Oggi siamo bersagliati da pubblicità di materassi di ogni genere e di ogni marca. A …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *