Home / Casa e Arredamento / Scelta lampadario indoor, le cose da sapere
Scelta lampadario indoor

Scelta lampadario indoor, le cose da sapere

È già difficile progettare e arredare una casa: possiamo solo immaginare cosa significhi lo studio della illuminazione naturale e artificiale in un ambiente interno. Ci sono alcune aziende, come la ditta Ferroluce, che si occupano di arredare con la luce ogni ambiente della casa, dalla zona living passando per la cucina e il bagno e terminando nella zona notte, camere da letto comprese.

Arredare con la luce

Dare forma e funzione a un determinato ambiente è il mantra di ogni interior design, ma anche che entrambe le cose creino comfort senza danneggiare l’estetica dello spazio appena creato. Scegliere un lampadario non è una cosa molto semplice e lo dimostrano le continue liti di giovani coppie (magari contro i rispettivi suoceri) con l’unico obiettivo di avere la giusta luce in casa non a discapito dell’eleganza e soprattutto dello stile che impera nella stanza in questione.

Purtroppo, le avanzate scoperte scientifiche, della tecnologia e della domotica non permettono ancora di usufruire della luce naturale per 24 ore o più, anche se bisogna tenere conto della sua variabilità durante il giorno e nell’arco dell’anno. Ad esempio, il Sole regala delle sfumature incredibili quando sorge e tramonta, mentre a mezzogiorno raggiunge il punto più alto del cielo e illumina uniformemente lo spazio.

L’importanza della scelta della luce ideale in architettura è strettamente legata al risparmio energetico e all’estetica, in quanto molti ambienti potrebbero essere arredati con mobilio di rara bellezza, ma ha poca importanza senza una fonte di luce che li caratterizzi e focalizzi l’attenzione delle persone.

Scegliere il lampadario, criteri e stile

Uno stile contemporaneo non significa necessariamente l’obbligo di investire il proprio denaro in un arredo moderno, anzi. La tendenza del momento è proprio cercare uno stile personalizzato, una sorta di fusion che ha lo scopo di creare uno stile nuovo, semplicemente mescolando le caratteristiche di uno e dell’altro.  Aiutandosi anche con la luce e soprattutto con la tipologia di lampadari. La collocazione è importante:

che siano applique, lampade da soffitto o piantane, questi elementi in stile moderno sono indispensabili per creare un unicum con l’arredamento e lo stile di casa.

Questo significa che nessuno spazio dovrà essere trascurato, ogni forma degli apparecchi illuminanti, con la relativa colorazione della sorgente luminosa, dovrà passare un attento esame prima di avere il via libera all’installazione. Le ditte specializzate producono lampadari da parete, da soffitto e a sospensione che sono vere e proprie opere d’arte. Sono personalizzabili secondo i gusti degli acquirenti, non a discapito della qualità.

Ogni stanza ha la sua tipologia di luce artificiale: ad esempio in cucina è obbligatorio illuminare i piani di lavoro e il tavolo, quindi ci vuole un apparecchio che emani luce diffusa, tuttavia spesso l’ambiente è parte della zona living, quindi deve essere dotato anche di un lampadario a sospensione collocato sopra il tavolo da pranzo. Una cucina moderna contrasta benissimo con uno stile industrial e usare lampadari collegati da tubi di ottone a vista è l’idea in più per aggiungere carattere.

Zona notte, che luce scegliere?

Il luogo dedicato al riposo per antonomasia è la camera da letto. Camera matrimoniale e cameretta per bambini sono i luoghi sacri in cui trovare riposo, anche se col tempo queste stanze sono diventate multifunzione. Non è raro trovare delle scrivanie e avere un angolo studio in cui dedicarsi al lavoro o ai compiti, mentre i bambini possono avere una parte dedicata al gioco.

Sicuramente, un tocco di modernità non guasta mai nonostante la classica abat-jour abbia l’aspetto di quella trovabile nella casa della nonna. L’innovazione sta nel risparmio energetico e nei dimmer, ovvero apparecchi che permettono, con le giuste lampadine, di modulare l’intensità della luce a seconda di quello che si deve fare, oltre a cambiare addirittura colore. Plafoniere, applique o lampade da terra a luce calda danno una scaldata alla stanza e non affaticano la vista, mentre la luce fredda illumina per bene ogni angolo durante i lavori di casa o mentre si lavora o si studia.

Ottimo il contrasto col moderno e lo stile retrò. L’idea in più per la camera padronale? Faretti da incasso inseriti su una testiera letto che funge da parete attrezzata: una ottima idea per gli amanti della lettura prima della nanna e per chi non ama particolarmente i comodini in quanto minimalista. Inoltre, oltre ad essere eco friendly, possono essere gestiti tranquillamente con degli interruttori integrati. Per l’illuminazione notturna, invece, sono ottime le strisce luminose che, come le briciole per Pollicino, possono fare luce senza rompere la quiete notturna, specialmente se nel cuore della notte si debba correre in bagno con urgenza…

About Annalisa Bertolli

Sono una mamma molto precisina in tutto. Ho creato questo blog per scrivere delle guide e dare delle informazioni precise ai lettori.

Check Also

sicurezza in casa

La sicurezza in casa deve essere anche nelle connessioni

Il tema della sicurezza è, giustamente, sempre in primo piano. Del resto la casa è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *